"Per chi vuole abortire percorso a ostacoli"

La Corte Suprema ha legalizzato l’aborto nel 1973. Ma se oggi  una donna decide di abortire negli Stati Uniti trova difficoltà. "Molto dipende da dove vive. Ci sono sette Stati in cui c’è solo una clinica che pratica l’aborto - risponde Ashley Gray, esperta in politiche statali presso il Center for Reproductive Rights a New York -. Secondo un rapporto del National Network Abortion Funds, la distanza media da percorrere in America prima di trovare una clinica è raddoppiato tra il 2010 e il 20

La lotta sui diritti agita i sogni americani

Gli sforzi degli attivisti religiosi, per corrodere i diritti riproduttivi della donna, hanno attirato l’attenzione di chi vede nella loro ascesa ai posti di comando - nel  dipartimento della Salute dell’amministrazione di Donald Trump  - un attacco ai diritti acquisiti. Acquisiti grazie alla storica sentenza del 1973, quando la Corte Suprema americana legalizzò l’aborto. In realtà sono anni che gli antiabortisti erodono il diritto ad abortire in maniera sicura e legale intervenendo a live

Quando il carcere è un affare privato

Il giorno dopo l’elezione di Donald Trump il settore delle prigioni private era in festa. Finalmente, dopo un’estate trascorsa a registrare segnali allarmanti per la propria sopravvivenza, il 9 novembre del 2016, le maggiori aziende statunitensi nell’industria della detenzione, come la CoreCivic, ex Corrections Corporation of America (Cca), e il Geo Group vedevano il prezzo delle loro azioni schizzare rispettivamente del 43 e 21 per cento.

Nei film americani mentre lei "squittisce" lui "galoppa", dati alla mano.

Lei "arrossice", "piange" e "si aggrappa" mentre lui "spara", "uccide" e "scavalca". Eccoli, i cliché dei film americani, dati alla mano. La rivista online The Pudding ha analizzato duemila pellicole statunitensi scritte tra il 1929 e il 2015 per vedere esattamente che parte spetta a un'attrice rispetto a un attore uomo. Sul grande schermo entrambi i sessi "aspettano" e "ricordano" in egual misura, ma raramente, secondo questa analisi effettuata da Julia Stinge, è lui che trema, scappa o pulisc

Hollywood, più donne al potere (in teoria)

Oltre la metà dei dirigenti under 35 più promettenti di Hollywood sono donne. Lo ha deciso il settimanale The Hollywood Reporter che ogni anno stila la lista delle persone più influenti nel mondo del cinema e della televisione statunitense. Tra queste c'è Anjali Sud che, a soli 34 anni è la Ceo della piattaforma video Vimeo e che lo scorso settembre ha guidato le trattative per l'acquisizione della piattaforma di streaming live Livestream. O Sarah Weichel, la 27enne punto di riferimen

I cronisti infuriati: «Questa pellicola distorce la verità»

«È tutto merito del New York Times». Tom Hanks cerca di gettare acqua sul fuoco quando parla del film che lo vede protagonista nei panni del direttore del Washington Post e al centro in queste ore negli Stati Uniti di una polemica che vede i giornalisti del NY Times offesi per essere stati esclusi dalla narrazione di Spielberg. «Sono stati loro i primi, son loro che hanno vinto il Pulitzer», precisa Hanks. Il film conduce gli spettatori nella redazione del Washington Post per raccontare come l'

I mutanti in campo per abbattere i pregiudizi

ATLANTA - L’universo dei mutanti per raccontare la diversità e abbattere pregiudizi e paure. Dopo il successo di Legion arriva in televisione (dal 18 ottobre su Fox) un’altra serie televisiva che racconta l’universo dei mutanti, gli X-Men, nati dalla fervida matita di Stan Lee e Jack Kirby. E’ The Gifted, prodotta dalla 20th Century Fox in associazione con Marvel di cui si stanno girando ad Atlanta - dove siamo stati sul set - gli episodi sei e sette. Ce ne saranno in tutto 13.

Steven Moyer star di The Gifted: "È un'allegoria della società di oggi"

Scritta da Matt Nix (lo stesso di “Burn Notice”) e con un pilot diretto da Bryan Singer, regista che nel 2000 ha portato Wolverine, Ciclope e Storm sul grande schermo, la serie è ambientata nel noto universo di X-Men ma prova a raccontare una storia diversa: Andy e Lauren Strucker (Percy Hynes White e Natalie Alyn Lind) sono due teenager che hanno scoperto di essere diversi dagli altri, sono dei mutanti. I due adolescenti però cercano di tenere nascosto il loro segreto. “Questa serie, come quella di X-Men, affronta il problema di quei giovani che fanno fatica a essere se stessi in una società bigotta", ha detto l’attore britannico Sean Teale che dà il volto a Marcos aka Eclipse, mutante sudamericano.

"Altri Bond? Nessun contratto mi obbliga, decido io"

Daniel Craig, capitolo quarto: stavolta l'attore inglese porta sugli schermi un Bond piu' fragile ed emotivo, un'interpretazione dell'agente lontana da quella di Roger Moore e piu' vicina invece a Sean Connery (O George Lazenby, per chi se lo ricorda). Un 007 in un certo senso piu' moderno, proprio perche' piu' vulnerabile. A parlare con l'attore britannico pero' si capisce che sul set Craig e' stato tutt'altro che fragile rivelandosi determinato ad avere un ruolo di primo piano nella produzione delle pellicola.

"The Walking Dead" torna con 300 zombie

«Questa stagione è stata la più faticosa di tutte, non solo per gli attori ma anche per la troupe. Siamo sfiniti», dice Andrew Lincoln, che è il protagonista Rick. Le riprese dell’ultima stagione sono cominciate a maggio a Senoia, un paesino tranquillo nel Sud degli Stati Uniti, nei dintorni di Atlanta, diventato attrazione turistica proprio per la presenza del set, e andranno avanti fino a novembre. Il primo episodio della sesta stagione, “First Time Again”, riprenderà esattamente dal punto in cui si era chiusa la precedente. Rick e il suo gruppo continuano ad avere problemi di inserimento nella comunità di Alexandria. Molteplici minacce, tra zombie, lupi e altre tribù (oltre al fatto che Morgan è di nuovo nel gruppo) metteranno in pericolo i non ancora addestrati abitanti della comunità.

Tovah Feldshuh e Andrew Lincoln raccontano la sesta stagione di "The Walking Dead"

La sesta stagione iniziera' esattamente dove si e' interrotta la quinta. Ora Morgan e' ad Alexandria e le cose sono cambiate. Durante la visita sul set, in Georgia, abbiamo incontrato Greg Nicotero, produttore del fortunato show televisivo abituato a lavorare con registi del calibro di Quentin Tarantino. "Quando inizi a 100 all'ora-ha detto Nicotero facendo riferimento al successo che la serie ha ottenuto fin dall'inzio-rischi di rimanere senza benzina. Nonostante questo abbiamo fatto cose non vedi nemmeno al cinema".

Lo spettro della fine

E' fine marzo e a Citta' del Messico diluvia. Nelle edicole Daniel Craig e' in prima pagina su tutti i quotidiani locali: e' in citta' per girare la scene d'apertura del nuovo film di 007, SPECTRE, che debuttera' in anteprima mondiale il 26 ottobre a Londra. Le autorita' messicane hanno dato il via libera alle riprese senza esitazione, nell'ottica di migliorare l'immagine di un paese afflitto dalla corruzione della classe politica e dalla imponente influenza della crimininalita' organizzata. Bond, James Bond, puo' essere d'aiuto.

Ti bacio, ma non sono la donna ragno

La prima volta che ho incontrato Emma Stone, a New York, stava baciando Andrew Garfield sul set di "Amazing Spider-Man 2". La seconda volta, a Los Angeles, la sorprendo in un abitino bianco che balla in una suite, rivolta a qualcuno al di la' di un vetro. Mi vede, smette. "Volevo solo sgranchirmi un po' le gambe", si giustifica. Ha solo 25 anni, ma e' gia' determinata a tacere: sul suo ragazzo non si riesce a strapparle una sola parola.
Load More Articles
Close